Blog: http://XPRESS.ilcannocchiale.it

Ferma il DDL Cassinelli contro Internet

Sottoscrivi e aderisci alla Petizione on-line per fermare il DDL del deputato Cassinelli che vuole modificare l'art. 1 della legge n.62 del 7 marzo 2001. Con questa modifica si ucciderebbe Internet perchè lo strumento informatico verrebbe asservito alle stesse leggi che regolano la 'carta stampata'.

Con questa adesione firmi per bloccare la proposta di legge presentata il 19 novembre 2008 d’iniziativa del deputato CASSINELLI che richiede: la Modifica all’articolo 1 della legge 7 marzo 2001, n. 62, in materia di definizioni e disciplina del prodotto editoriale, con la conseguenza di invadere e prevaricare la libertà di espressione su Internet che non è paragonabile per sua natura a nessun prodotto editoriale cartaceo, come invece sarebbe nel caso di approvazione del DDL Cassinelli. Si prefigurerebbe l'esborso di nuovi oneri per i cittadini di ogni ceto sociale.Fermiamo da subito questa Proposta di legge (DDL) prima che arrivi all’esame di qualsiasi Commissione. Inoltre  si modificherebbero leggi (lo stesso DDL lo scrive) già esistenti, che regolano comunque l’attività su Internet. L'immagine dell'Italia verrebbe danneggiata, colpendo la lungimiranza dello strumento informatico che fa comunicare milioni di persone nel mondo indipententemente dalla loro collocazione sociale. Sarebbe come fermare la ricerca scientifica e tecnologica di cui ha tanto bisogno l'Italia.
Questo Statuto vuole indicare l’incostituzionalità del DdL e sottolinea l’art. 3) della Costituzione della Repubblica Italiana.
::art.3-"È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese".

Ferma il  DDL Cassinelli contro Internet  - Clicca sull'URL

http://firmiamo.it/fermailddlcassinellicontrointernet

Non si tratta di attaccare questo o quel partito.
Si cerca esclusivamente di salvaguardare Internet e la libertà di espressione da leggi che modificano altre leggi che regolano la 'carta stampata' e pertanto non possono essere valide anche per l'attività on-line !

Non credo inoltre sia il caso di dare alcun terreno di 'negoziazione' a nessun politico, di nessun schieramento. Crollano le scuole, la ricerca è spazzata via. I licenziamenti sono a numero illimitato. I redditi sono inconsistenti. Se in Parlamento, invece di continue risse, vedessimo persone che stanno lavorando per leggi serie e costruttive sarebbe meglio. Occuparsi di Internet, invece di seri interventi per il Paese, è terreno facile per chi non sa o non vuole occuparsi d'altro. Ho il forte dubbio che sarebbe troppo impegnativo. E' necessario far capire a questi latori di leggi improvvisate, che Internet è lo strumento di comunicazione ed informazione mondiale, che non riusciranno mai a far tacere. E perciò credo sia il momento di organizzare comunicati rivolti a tutta la comunità scientifica internazionale per diffondere ciò che sta avvenendo a discapito di Internet in Italia.


                                          vedi gli altri  post  sui DDL     

Pubblicato il 23/11/2008 alle 18.43 nella rubrica INTERNET.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web