.
Annunci online

blog di Valter Carraro Gasparin
TECNOLOGIE
23 novembre 2009
CAMBIO OBBLIGATORIO DI LAMPADE. LE FLUORESCENTI: UN PRIMO PASSO VERSO L'EFFICIENZA.
Srettamente correlato all'Habitat 'domestico', questo è l'articolo pubblicato da Casa Clima sul suo Magazine il mese scorso. Casa Clima - o Klima Haus, è la maggiore e più intransigente - nel senso ambientalistico - agenzia italiana, (di Bolzano) - nell'ambito dei progetti e delle costruzioni a bassa dispersione di energia.
La Passiv Hause.


Questa è la 'recensione' sulle lampada fluorescenti che dovranno sostituire le lampade ad incandescenza.

Da settembre è in vigore il divieto di commercializzazione della lampadina ad incandescenza da 100 Watt.
Il divieto riguarda le nuove forniture, mentre la lampadine giacenti nei magazzini possono essere ancora vendute. Nei prossimi anni l'Unione Europea amplierà questo divieto alla lampadina da 75 W - dal 1° settembre 2010 - le 60 W dal 2011 e le 40 e 25 Watt dal 1° settembre 2012. Le lampade a risparmio energetico che dovrebbero sostituirle generano ancora critiche e perplessità nei 'tecnici ambientalisti' che reputano i nuovi obblighi EU un esempio di eccellenza sì, ma solo per quanto riguarda il lobbismo alla luce, è il caso di dirlo, di numerose e discusse problematiche relative alla fluorescenti che generano un campo elettrico alternato con una pulsazione di bassa frequenza a 100 Hz - come i telefoni cordless a standard DECT.

Il professore Ottmar Edenhofer del Potsdam Institute for Climate Impact Research dice che "il divieto delle lampadine ad incandescenza è solo azionismo". Il ragionamento del professore contempla però, molto più del semplice cambio di lampadine. E' vero che una lampada ad incandescenza trasforma in luce solo il 5% dell'energia fornitagli, contro il 25% di luce fornita dalle lampade a fluorescenza. Il restante, in entrambi i casi, se ne va' in calore, con un'incidenza sui consumi energetici di casa variabile tra l'1 e il 4%.

Ma se il risparmio energetico e la tutela del clima fossero l'obiettivo principale servirebbe di più puntare alle potenzialità di risparmio energetico nel riscaldamento e nel raffrescamento della casa, che rappresentano dal 60% all'80% dei consumi complessivi. Ecco perchè il protocollo di CasaClima (KlimaHaus) è visto con entusiasmo dal Commissario Europeo per l'Energia, come esempio positivo per l'Europa.

-------------------------------------

In ogni caso il presente - e il futuro prossimo - sono le lampade a fluorescenza, più conosciute come 'a basso consumo' , anche se più esatto sarebbe dire 'a maggior rendimento'. Saranno queste ad entrare nelle nostre case, nonostante qualche problematica ambientale, in attesa dello sviluppo delle nuove tecnologie LED che ad oggi non sono ancora in grado di essere commercializzate, visti i costi ancora proibitivi.

N.B. L'articolo non lo dice ma, dal 2016, per volere dell'Unione Europea, dovranno essere messe fuori dal commercio anche la lampade alogene.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ambiente energia tecnologia risparmio energetico UE

permalink | inviato da xpress il 23/11/2009 alle 19:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre        luglio